Sconfitta a Calenzano per l’ultima partita stagionale della serie D

Sconfitta a Calenzano per l’ultima partita stagionale della serie D

Campionato Serie D: Pallacanestro Calenzano 73 – Progetto Pallacanestro Prato 55

Sconfitta a Calenzano nell’ultima partita stagionale, a questo giro poco da rimproverare sul piano dell’impegno e dell’intensità da parte dei giovani (anzi giovanissimi) pratesi, scesi in campo con ampie defezioni e due 2005, Guasti e Fabianelli al debutto.

Parte bene Prato, subito 2-7 con la tripla di Lanari e i canestri di Acciaioli e Sarti, ma i Bulldogs non stanno a guardare e mettono la testa avanti sul 10-7. Gli ospiti rispondono con Lanari e un gioco da 3 di capitan Biscardi (10-12), ma una serie di palle perse a dir poco banali innesta un parziale di 7-0 culminato con la schiacciata di Rosi per il 17-12 locale. Una penetrazione di Palatiello rida’ un po’ fiato ai suoi, prima di un’altro mini break che fissa il 23-14 alla prima sirena.

L’avvio di seconda frazione e’ comunque positivo per i colori pratesi, Palatiello e 7 punti di Lanari riavvicinano le compagini (29-23), i padroni di casa tentano ancora lo strappo andando sul +13. Prato tiene però bene e con 4 punti di Sarti e 2 liberi di Biscardi va alla pausa lunga sul 37-29.

Nel terzo quarto si decide l’esito dell’incontro, Calenzano parte subito forte con un 4-0, gli ospiti rispondono con Acciaioli, Palatiello e Bellandi da 3 pt. (41-36), ma i locali insistono ancora allungando sul +12. Il baby Guasti timbra l’esordio tra i grandi colpendo dall’angolo, ma il cambio di passo dei bulldogs non lascia speranze (58-42 a chiusura frazione).

La gara è ora nelle mani di Calenzano, Prato con Sarti e altri 7punti di Lanari, tenta di riaprirla, ma è solo un tentativo, perché di fatto i locali andranno in amministrazione controllata sino alla chiusura.

 Finisce così il primo campionato di serie D per la Lo Conte Edile Costruzioni srl. una stagione che pur nella sua brevità è stata intensa a livello di sforzo profuso dai nostri giovani. Il gap fisico, tecnico e di esperienza si è sicuramente visto e fatto sentire, ma proprio per questo è ancor più rilevante l’atteggiamento tenuto dalla squadra, mai arrendevole e sempre propositiva anche quando le cose non hanno girato per il verso giusto. Basti pensare agli infortuni ed assenze che costantemente hanno bersagliato la squadra, impedendo di fatto di schierare la miglior formazione possibile (evento effettivamente mai verificatosi) e che hanno reso il cammino ancora più duro. Ne parliamo ora non per trarre facili giustificazioni, che non appartengono certo al DNA della squadra, ma per ringraziare chi ha saputo stringere i denti tra acciacchi e contrattempi vari, e chi ha dovuto lasciare prematuramente la compagnia (Fantechi frattura del polso, Bardazzi del menisco). Ovviamente ciò non deve far passare in secondo piano gli aspetti tecnici sia individuali che collettivi su cui lavorare per alzare il livello di competitività del gruppo, ma per questo ci sarà tempo e luogo.  Un ringraziamento assolutamente doveroso a tutta la squadra per questo primo ballo da debuttante, che comunque qualche soddisfazione ha portato in mezzo a tante difficoltà, e per questo ancora più apprezzabile e degna di encomio.

 In ordine alfabetico:

 Acciaioli, Aquili, Baldi, Bardazzi, Bellandi, Biti, Biscardi, Campostrini, Donati, Fantechi, Lanari N., Palatiello, Paoletti, Papini, Sarti, Tuci.

 Staff: Bellandi R., Bertini, Borsotti, Lanari M., Parenti.

Parziali: 23-14; 37-29; 58-42

Tabellino: Bellandi 3, Biti, Biscardi 5, Donati 3, Guasti 2, Fabianelli, Paoletti, Sarti 8, Lanari 23, Palatiello 6,, Campostrini 1,  Acciaioli 4.  All. Bertini – Parenti.  Accompagnatore Lanari M.