Partita da dimenticare contro Castelfranco

Partita da dimenticare contro Castelfranco

Campionato Serie D:  Castelfranco Frogs 63 – Lo Conte Edile Costruzioni Prato 50

Partita da dimenticare per una Prato da film horror, sconfitta in quel di Castelfranco in modo assai più netto di quanto dica il punteggio finale. Di fatto i padroni di casa hanno avuto vita facile al cospetto di un’avversario nella sua versione peggiore, sicuramente la più brutta sino a qui vista.

Poco o niente da salvare tra i lanieri, sempre sotto nel punteggio anche con distacchi importanti, ma tutto ciò non deve disconoscere i meriti di chi, come Castelfranco ha saputo interpretare la gara con determinazione, lucidità e altruismo.

Sin dalle prime battute si capisce che non è serata, le percentuali al tiro sono da record in negativo (8-2 dopo 5 minuti e 12-3 dopo 8), un paio di canestri sul finire di Paoletti e Lanari danno la speranza di un secondo quarto migliore. Ma così purtroppo non sarà, anzi la situazione se mai ci fosse stato modo, peggiora ulteriormente perché anche in difesa cominciano ad aprirsi crepe destinate a diventare crateri. Una tripla di Bellandi è l’ultimo sussulto (17-10) prima di un break di 12-1 che spacca la gara (32-11). Donati interrompe la carestia a 1.41 dalla pausa, che mai come in questa circostanza è attesa come manna dal cielo, si va negli spogliatoi su un eloquente 38-15.

Prato alla ripresa del gioco ha finalmente un sussulto, trascinata da 13 punti di fila di Lanari prova a raddrizzare la situazione (46-30) ma i Frogs rispondono bene mantenendosi a distanza di sicurezza (53-32 alla terza sirena). Un altro break pratese propiziato da Donati (ottima la sua prova) sembra avere effetti migliori (53-40), con Castelfranco che per la prima volta comincia a guardarsi dietro. Ci sarebbero i presupposti per ribaltare la gara, ma per compiere l’impresa servirebbero lucidità e precisione, cosa che in questa serata non sembrano appartenere ai giovani ospiti. I padroni di casa gestiscono così il vantaggio senza particolari patemi sino al conclusivo e meritato 63-50.

L’esperienza passa anche da situazioni del genere, il tempo di risettare testa ed energie e’davvero poco ma l’auspicio è quello di farsi trovare pronti per l’ultimo appuntamento stagionale Domenica a Calenzano. Le grandi squadre sono quelle che trovano sempre motivazioni anche laddove non ve ne sono, questo è il solo modo allenante per quando davvero le cose prima o poi torneranno a contare.

Parziali: 15-7; 38-15; 51-32

Tabellino: Bellandi 3, Biti, Biscardi, Donati 10, Aquili 3, Paoletti 2, Sarti, Lanari 19, Palatiello 2, Papini 2, Campostrini 2,  Acciaioli 7.  All. Bertini – Parenti.  Accompagnatori Lanari M. – Bellandi R.

Leggi anche: “La Serie D si aggiudica il quarto derby stagionale”