Cus passa alle Toscanini dopo una partita combattuta

Cus passa alle Toscanini dopo una partita combattuta

Campionato Serie D: Lo Conte Edile Costruzioni Prato 54 – CUS Firenze 67

Prato cede il passo agli universitari del CUS dopo 3 quarti assai combattuti, ma paga il dazio di esperienza e fisicità nell’ultimo scorcio del match. Squadre che si presentano entrambe con assenze di rilievo:  i locali ancora una volta a corto di cm sotto i tabelloni per la defezione di Acciaioli, e i fiorentini orfani del bomber Conti (18.2 di media).

Prato parte bene con un quintetto basso non solo in altezza ma anche in età, con ben tre 2004 alla palla a due. Capitan Biscardi prende per mano i giovani compagni di squadra e apre le danze con due triple (8-5 con canestro di Lanari da sotto). I fiorentini faticano ad entrare in partita, mentre i padroni di casa, aggressivi e concentrati, trovano ritmo e soluzioni in attacco. Un contropiede di Palatiello su palla rubata e 4 punti di Lanari, fissano il tentativo di allungo dei locali (14-8) ma 5 punti di Sportiello riportano il team biancorosso in gara. Prato dopo la bella partenza, perde repentinamente la bussola subendo un’altro mini break  poco prima della sirena, andando sotto sul 16-21.

La seconda frazione vede i giovani di casa però nuovamente sul pezzo, con Paoletti e Sarti sugli scudi e CUS in affanno nel trovare la via del canestro. Si segna col contagocce per oltre metà tempo, ma proprio nel momento di maggiore affanno gli ospiti infilano due triple che sono puro ossigeno (24-31), Prato risponde da par suo con un missile di Bellandi e  un canestro dal post di Baldi per il 29-31 alla pausa lunga.

La gara è equilibrata, ma i padroni di casa hanno speso tanto in termini di energie e lucidità e il terzo quarto ne diventa fedele testimone. Sotto i tabelloni gli universitari cominciano a fare la voce grossa dominando a rimbalzo, Prato riesce a pungere ancora con Sarti e Lanari ma la presa sul match appare scivolar via col passare dei minuti (41-48 alla terza sirena).

Nell’ultima frazione gli universitari tengono infatti  a bada le sfuriate dei locali che con Baldi e Biscardi tentano un ultimo colpo di coda, ma la doppia cifra di svantaggio col motore in riserva, non è assolutamente più colmabile.

Finisce con Cus che consolida meritatamente il suo secondo posto in classifica, per Prato invece una sconfitta forse un po’ ingenerosa nello scarto finale ma più che onorevole per i contenuti tecnici espressi per buona parte del match.

Parziali: 16-21; 29-31; 41-48.

Tabellino: Bellandi 3, Biti, Biscardi 9, Donati 2, Paoletti 6, Tuci, Sarti 6, Lanari 12, Palatiello 2, Baldi 10, Campostrini 4.  All. Bertini – Parenti. Accompagnatore Lanari M.

Leggi anche: “Niente da fare contro la capolista Bottegone”