La stagione degli Under 14 Elite e Blu nelle parole di coach Lupori

La stagione degli Under 14 Elite e Blu nelle parole di coach Lupori

Termina la stagione anche per l’Under 14 di coach Lupori che quest’anno ha partecipato a due campionati

Cari ragazzi,

Qualche sera fa la Federazione ci ha mandato a letto con un comunicato di pochissime righe, scritto in modo formale ed elegante. Si legge che hanno ascoltato i pareri di tutti: presidenti, vicepresidenti, coordinatori del nostro movimento e vista l’enorme emergenza che stiamo vivendo per quest’anno il nostro campionato finisce qui. Ci hanno messo i “cordiali saluti” in fondo e siamo andati a dormire tutti un po’ più tristi. Come la sirena che manda tutti sotto la doccia alla fine della partita, alla fine di un match che non abbiamo vinto. Nessuna linea guida da seguire, nessuna indicazione.. eppure un futuro ci sarà, ve lo assicura la vostra società e il vostro coach, perché la passione che ci muove non si fermerà mai e dovete solo pazientare ancora un po’.

Ripenso alla nostra stagione: non è facile fare un bilancio in termini di risultati per il semplice motivo che abbiamo partecipato a due campionati diversi, addirittura tre se consideriamo quello dei 2007 che si allenano con noi. Ogni Lunedì quando tornavamo in palestra c’era chi aveva vinto, chi ne aveva prese trenta o quaranta, chi aveva giocato ben due partite. Sappiate che l’importante per noi era che ognuno di voi avesse avuto il suo momento per divertirsi in campo e vi chiedo scusa se qualche volta, con le mie scelte, vi ho fatto un po’ arrabbiare. Con gli Elìte eravamo quarti in classifica, nelle ultime partite infortuni e influenze varie ci avevano decimato ma stavamo recuperando tutti e sognavamo di finire la stagione da protagonisti con l’idea di mettere i bastoni fra le ruote alle prime della classe. Ci rifaremo! Mi porto dietro le tante partite vinte di un punto, l’impresa sfiorata contro la capolista Laurenziana e la vittoria in rimonta contro Mens Sana Siena in casa dopo essere stati sotto anche di 17.

Con il gruppo regionale purtroppo abbiamo subito fin dall’inizio la superiorità fisica e tecnica dei nostri avversari ma ci siamo sempre rimboccati le maniche mostrando entusiasmo e voglia di lottare in ogni occasione. La prima vittoria in trasferta è arrivata sul campo di Pontedera la terza giornata mentre abbiamo dovuto aspettare fino alla sesta per gioire nel nostro palazzetto, il 30 Novembre contro S.Casciano dopo un finale al cardio palma pieno di emozioni. Ci fermiamo con 8 punti in classifica grazie alle vittorie agguantate contro Cerretese e Montespertoli e qualche rammarico per quel finale punto a punto contro Pontedera del 15 Febbraio. Ci rifaremo presto!

Personalmente aspettavo il giorno di potervi rivedere con le vostre divise rosso-blu come il momento del ritorno alla vita di sempre, fatta per il vostro allenatore di lavoro e pallacanestro. Prima il dovere e poi il piacere! So che il nostro appuntamento in campo arriverà presto e anche se non ci saranno partite durante i fine settimana la nostra voglia di stare insieme sarà enorme. In queste settimane per tenere la mente allenata ho visto tantissimi allenamenti dei grandi coach della pallacanestro, quelli della NBA e della serie A, coi cognomi che finiscono in “ICH”, o in “ESSINA” e ho rubato tante idee. Spesso quando faccio così poi vengono degli allenamenti orribili perché mi ricordo solo alla fine che frequentate la terza media e non l’Università di Duke e il week end giocate al Buzzi di Prato e non al Madison Square Garden.

Ci vediamo presto. Mi mancate tutti.

Il vostro coach Fede